Crea sito

Tutti i colori della vita di Chiara Gamberale

In questa esplosione d’estate, affrontiamo brevemente un bellissimo libro di Chiara Gamberale, poliedrica donna alla quale non possiamo non dire grazie per la storia “Tutti i colori della vita”. Vediamola nel particolare.

Qui la pagina commerciale del libro.

Questo articolo fa parte della sezione “Lo Scaffale“.

Tutti i colori della vita

La trama

In una qualsiasi città scura e grigia, dove passa un’unica strada, abitano cinque curiosi personaggi “colorati”. Nessuno sa dell’esistenza dell’altro, poiché non c’è mai stato bisogno di uscire dalla propria abitazione.

Ogni personaggio possiede delle peculiarità date da ciò che fa e dal colore della sua pelle. Il giallo è una bambina allegra a cui piace giocare con la sua montagna di monete e mangiare pannocchie; il rosso è un personaggio focoso, emotivo, che si butta con tutte le sue forze nelle situazioni e adora le fragole; il blu è una ragazza riflessiva a cui piace ballare e mangiare mirtilli; il nero è un vecchietto tranquillo a cui piace raccontare storie, anche se nessuno le ascolta; il verde è un bislacco personaggio a cui piace, ovviamente, la natura e sdraiarsi nudo sull’erba.

Un giorno, un vento terribile fa oscillare i palazzi dei nostri protagonisti i quali, con timore e paura, scendono per strada, incontrandosi per la prima volta.

Qui, inizia una lenta ma intrigante conoscenza reciproca, nella quale ognuno scopre che la sua vita, assieme all’altro, trova un nuovo senso, una complementarità prima impensabile. Certo, si litiga, si discute, ognuno pensa di avere l’unica ragione possibile… ma solo perché sino ad allora non ha mai sentito un parere diverso dal proprio, ma non per questo sbagliato.

Come detto, superate le prime difficoltà legate alla “paura” cominciare a conoscere abitudini e pensieri non uguali ai propri, nascono delle profonde relazioni. Il giallo, bambina curiosa di scoprire il mondo, si affianca al nero, il quale non sapeva a chi raccontare le proprie storie. Il rosso sente battere il suo cuore per quella blu così… affascinante, un po’ misteriosa.

Così, conoscendosi, la vecchia città scura e grigia…

Una trama lineare, semplice ma piacevole

“Tutti i colori della vita” è stata una scoperta felice. Io, fissato come sono con i colori e sulla relazione fra comportamento e colore in sé, ho sin da subito trovato grande piacere nello scoprire personaggi e trama. La storia è semplice, non ci sono colpi di scena o cattivi che vogliono conquistare il mondo, c’è solo la scoperta di colui che abbiamo vicino.

Spesso non ci accorgiamo della ricchezza che ci circonda, troppo chiusi nel nostro piccolo mondo. Già! Piccolo, perché uno degli errori più comuni fra le persone è pensare di poter bastare a se stesse e, per questo, non possano esistere altre ragioni oltre le proprie. La vita è confronto, dialogo, compromessi (al rialzo!), sconfitte e vittorie. Tutto questo non possiamo ottenerlo stando da soli, ma necessitiamo degli altri.

Le persone ci aiutano a capire quanto sia bello scoprire qualcosa che mai avremmo potuto neppure immaginare. Come si poteva immaginare un colore diverso dal proprio? Come si poteva immaginare un ragazzo passionale se la nostra vita è legata alla relazione ballo-noia? Una bomba di novità e meraviglia che ci “costringe” a ricredere e a pensare in modo più ampio.

Questo all’inizio può portar paura, timore… è lecito e comprensibile. Ma come sarebbe sbagliato negare totalmente la novità, lo sarebbe allo stesso modo buttarvici senza alcuna riflessione o critica. I personaggi, prima di conoscersi, litigano, discutono, mostrano agli altri le proprie insindacabili ragioni.

Dov’è la bellezza di questa discussione? Sta nel vedere l’altro come una risorsa e non come un “rifiuto”, un “pericolo”. Ciò che mi dice non va a sostituire o distruggere qualcosa che conoscevo, ma lo arricchisce e lo migliora alla luce di esperienze mai vissute prima.

Da grigio a colori

Tutti i colori della vita

Molto bello, devo dire, l’ambientazione e l’uso che la Gamberale ne fa. “Tutti i colori della vita” inizia in un paese grigio e nero, con un’unica strada proprio al centro. Analogamente, finisce con lo stesso paese ma, questa volta, trasformato e abbellito dai colori che, incontratisi, ne migliorano l’aspetto e l’umore.

Prima dell’incontro ogni colore pensava di “bastare” a se stesso, nonostante percepisse un “vuoto” inspiegabile. L’altro gli fa scoprire questa mancanza ma, da persone intelligenti o perlomeno semplicemente oneste, non prendono le nuove abitudini con critica negativa. Vogliono scoprirla e questo porterà a “esigere” l’altro, a necessitare della presenza di quelle persone che rendono così completa quella vita prima così spenta.

Le illustrazioni

Brevissima parentesi sulle illustrazioni. Se e quando avrete modo di leggere “Tutti i colori della vita,” vi accorgerete che non potrà essere possibile un tratto diverso da quello che Valeria Petrone ha dato alla storia. Un disegno bello, netto, semplice e senza fronzoli. L’essenziale viene reso con maestria così da concentrare il lettore su ciò che conta, su ciò che importa. I personaggi sono intriganti ma comuni, con piccoli dettagli che lo caratterizzano con il colore posseduto.

Attualmente il costo del libro non è assolutamente fuori portata. I disegni, la copertina rigida e le dimensioni ne ripagano ampiamente il prezzo, per un prodotto di qualità e da lasciare per molto tempo nella propria libreria.

Tutti i colori della vita

Quindi…

“Tutti i colori della vita” è un bellissimo libro di Chiara Gamberale e illustrato da Valeria Petrone. Una storia semplice, con frasi chiare e ordinate, adatte a una lettura autonoma di un bambino della primaria, senza togliere la possibilità di raccontarlo anche a più piccoli con le giuste accortezze. Storia da approfondire e discutere, dalle molte sfaccettature che la rendono poliedrica nel suo uso, sia domestico che didattico.

Le illustrazioni sono meravigliose e possiedono il giusto equilibro in ogni pagina, senza mai riempirle troppo o dare la sensazione di lasciarle spoglie.

Tutti i colori della vita

Un libro, insomma, da comprare.

Vi ringrazio per il tempo e vi auguro buona lettura!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.