Seggiolone

Seggiolone

Nell’era del tutto e subito, negli anni dei pacchi postali portati a ogni ora di ogni giorno… perché perdere ancora tempo dietro il “fai da te”? La risposta è semplice… perché niente è più prezioso del condividere momenti unici con i nostri figli nel costruire qualcosa. Oggi parleremo di uno “strumento” presente in tutte le case con bambini: il seggiolone!

Questa pagina fa parte della sezione “Fai da te“.

Occorrente

  • Scatola degli “Oro Saiwa” da 2,5 kg
  • Cartoncino Bristol 50×70
  • Forbici, righello e matita
  • Pistola a caldo, colla vinilica o stick
  • Feltro in piccole quantità
  • Velcro
  • Una scatola di scarpe per bambini (non quelle con coperchio separato)
  • Stoffa (tessuto-non tessuto)

Realizzazione

Il seggiolone, per quanto possa sembrare semplice, necessita di alcuni accorgimenti precisi, fermo restando l’ovvia libertà di modificare e cambiare il progetto iniziale in relazione ai propri gusti o necessità. Iniziamo dalla “base”.

seggiolone

Il supporto principale può essere una qualsiasi scatola “leggera” da alimenti o da pacchi; nel mio caso, ho recuperato una scatola di Oro da 2,5 kg: resistente, grande, leggerissima. Fermate il manico o tagliatelo (anche se lasciarlo vi permetterà di trasportarlo “agilmente”). Fatto ciò, ricoprire tutti i lati, tranne quello superiore, di cartoncino del colore che preferite.

Per incollare potete utilizzare colla vinilica (diluita con un po’ d’acqua) oppure colla stick, ma questa seconda opzione ve la sconsiglio. Nel caso in cui abbiate particolarmente fretta, la colla a caldo rimane, come sempre, l’opzione migliore: rapida, efficiente, duratura. Con questa scelta, però, vi sconsiglio di “spargerla” per tutta la superficie del supporto, basteranno i bordi e il centro.

seggiolone

Per rifinire i bordi (rimasti scoperti), potete ritagliare delle strisce di cartoncino di pochi centimetri (alte quanto la scatola) per poi piegarle a metà (in tutta la lunghezza) e incollarle nei quattro angoli; in altre parole, come fossero paraspigoli da muro. Fatto ciò, il vostro supporto principale può considerarsi concluso.

Il seggiolone può essere rapidamente costruito partendo da una scatola di scarpe per bambini. Come potete vedere dalla foto, abbiamo tolto uno dei lati “lunghi” laterali della scatola, lasciando però intero quello superiore (che solitamente si apre per vedere le scarpe). Anche in questo caso, potete scegliere se coprirlo con cartoncino, carta da pacchi o lasciarlo così com’è. Noi, visti i disegni simpatici, abbiamo preferito non aggiungere nulla. Il seggiolone, quindi, va incollato con colla a caldo sulla parte superiore del supporto.

seggiolone

Per rendere il tutto più bello e realistico, prendete un po’ di gommapiuma a avvolgetela con tessuto-non tessuto, cucendo o incollando il punto d’apertura. In questo modo, avrete fatto anche dei comodi cuscini. Questi potrete metterli sia sullo schienale che sulla seduta.

Ultimo dettaglio: per evitare che le bambole cadano continuamente dal seggiolone, col feltro potete costruire una “cinta” di sicurezza. Dopo aver scelto il colore, tagliate una striscia di circa due centimetri di larghezza (la lunghezza dipende dalla scatola) e incollate il centro della stessa sullo schienale del seggiolone (in pratica la parte che si apre della scatola da scarpe), aggiungendo alle estremità un po’ di velcro così da aprirlo e chiuderlo piacimento. Altro centro, in corrispondenza del “cavallo” delle bambole, un piccolo anello dello stesso materiale, incollato, questa volta, nella “seduta” del seggiolone (sotto il cuscino per intenderci). Nel nostro caso, abbiamo fatto dei piccoli “tagli” nei quali abbiamo inserito la cinta (e quindi passando da dietro evitando di incollare il feltro alla scatola).

seggiolone

Eccoci quindi alla fine del nostro seggiolone. Come nel primo caso, non penso sia un tutorial da milioni di visualizzazioni, ma anche solo una andrà bene ^^.

Per qualsiasi cosa, potete contattarmi tramite il form qui a fianco (o nella tendina da mobile). Per il resto… vi ringrazio del tempo e dell’attenzione.

Buon proseguimento!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.